U.I.C.I. RE Progetto Scuole

Nascondi il menu. Tasto 0

Iniziamo dalla prevenzione e formazione dei più piccoli per costruire un futuro migliore ai disabili 

"Informazione e prevenzione in tema di disabilità visiva A.S. 2017/2018": continua il progetto

Grazie al contributo della Fondazione Manodori e del Lions Club "Ferrante Gonzaga" di Guastalla, l'Associazione propone per l'anno scolastico 2017/2018 la seconda edizione del progetto "Iniziamo dalla prevenzione e formazione dei più piccoli per costruire un futuro migliore ai disabili", rivolto alle scuole primarie, statali e paritarie dell'intero territorio provinciale. Il progetto ha ottenuto il Patrocinio della Regione Emilia-Romagna, della Provincia di Reggio Emilia e di diversi Enti Locali. 
Questo progetto nasce dall'esigenza di "fare cultura" sulla disabilità e favorire l'integrazione civile e sociale delle persone con difficoltà visive, tenendo conto degli ottimi risultati di precedenti esperienze e del costante confronto con le Amministrazioni locali e l'Azienda USL.
L'Associazione intende potenziare l'attività di sensibilizzazione e di prevenzione delle malattie oculari tramite un programma di screening volto ad individuare le principali problematiche visive legate alla fascia di età dei 5/6 anni, da svolgersi presso gli oltre 50 Istituti Comprensivi, statali e paritari, della Provincia.
Al fine di supportare e completare il servizio di screening svolto, ormai da un ventennio, dalla Neuropsichiatria Infantile sui bambini di 3/4 anni - andando ad operare in particolar modo su quei soggetti che non hanno frequentato le scuole dell'infanzia, su coloro che si sono trasferiti di recente nella nostra Provincia e sui bambini stranieri - lo screening sarà svolto da personale specializzato (medici oculisti, ortottisti e optometristi) sugli alunni che frequentano il 1° anno della scuola primaria, nonché sui soggetti segnalati dagli Istituti stessi. A conferma di ciò, i risultati delle visite saranno elaborati e resi noti agli Enti sanitari competenti. A tutte le famiglie sarà consegnata una comunicazione esplicativa dell'iniziativa e a quelle che daranno l'adesione sarà rilasciata una scheda medica con i risultati dei test effettuati dal figlio; ai bimbi che risulteranno positivi al controllo sarà consigliata una visita completa, che potrà essere svolta con priorità e a titolo gratuito presso uno degli ambulatori degli oculisti aderenti al progetto, oppure dal proprio specialista di fiducia.
Una seconda azione che il progetto intende perseguire consiste nell'attività di informazione/formazione sulla prevenzione delle malattie oculari, sul modo di relazionarsi con le persone con disabilità visiva e sull'utilizzo dei cani-guida per non vedenti come animali da assistenza.
Alle classi coinvolte sarà preventivamente rivolto un incontro della durata di circa un'ora, avente ad oggetto le principali regole da seguire per prevenire le malattie legate alla vista (corretta alimentazione, postura sui banchi di scuola, comportamenti da evitare, ecc.) e le modalità per relazionarsi al meglio con i compagni aventi deficit visivi o altre problematiche, con distribuzione di materiale informativo e proiezione di slide e video dedicati; potendo disporre di spazi idonei, la formazione potrà essere aperta ad altre classi della scuola.
Una terza azione di sostegno all'integrazione dei bambini aventi difficoltà visive e non solo, è l'invito, rivolto ai Dirigenti scolastici, di informare i genitori e gli insegnanti dell'esistenza del progetto "Stessa strada per crescere insieme" (www.uiciechi.it/Psicologi/progettocnopuici.asp), realizzato a livello nazionale da UICI e CNOP (Consiglio Nazionale Ordine Psicologi); tale iniziativa si propone di offrire alle famiglie un sostegno psicologico da parte di professionisti appositamente formati, per accompagnarle nel percorso di crescita dei loro figli.
Le attività proposte, totalmente gratuite sia per gli Istituti sia per le famiglie, comprendono anche la consegna di un poster illustrato ad ogni plesso scolastico, di materiale informativo ad ogni insegnante e di un opuscolo a ciascun alunno.
Il progetto, che ad oggi ha già ottenuto il patrocinio della Regione Emilia-Romagna e della Provincia di Reggio Emilia è stato inviato ai 53 Istituti Comprensivi statali e parificati del nostro territorio nel mese di dicembre 2017 e continua a ricevere nuove adesioni. Hanno già dato positivo riscontro gli Istituti di: Correggio 2, Gualtieri-Boretto, Guastalla S. Orsola, Luzzara, Reggio Emilia Don Borghi-Rivalta, Reggio Emilia Pertini 1 e Pertini 2, Quattro Castella-Vezzano, San Polo-Canossa.

IL PROGETTO: QUANDO E COME NASCE?

La nostra sezione provinciale dell'Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti, con il Patrocinio della Provincia di Reggio Emilia ed il contributo della Fondazione Pietro Manodori, ha proposto per l'anno scolastico 2015/2016 la prima edizione del progetto "Iniziamo dalla prevenzione e formazione dei più piccoli per costruire un futuro migliore ai disabili", rivolto alle 53 scuole primarie, 44 statali e 9 paritarie dell'intero territorio provinciale.
L'idea nasce dall'esigenza di "fare cultura sull'handicap" e favorire l'integrazione civile e sociale delle persone con difficoltà visive, tenendo conto degli ottimi risultati di precedenti esperienze e del costante confronto con le Amministrazioni locali e gli enti collegati, in primis l'USL.
Lo scopo del progetto è potenziare l'attività di sensibilizzazione e di prevenzione delle malattie oculari tramite un programma di screening della vista volto ad individuare le principali problematiche visive legate alla fascia di età dei 5/6 anni, nonché proporre una specifica attività di informazione/formazione sulla prevenzione delle malattie oculari e sull'utilizzo dei cani-guida per non vedenti come cani da assistenza.
Alle classi prime coinvolte (250 circa per un potenziale di oltre 5500 bambini), oltre all'attività di screening, saranno infatti rivolti incontri della durata di 30 minuti circa, aventi ad oggetto le principali regole da seguire per prevenire le malattie legate alla vista (corretta alimentazione, postura sui banchi di scuola, comportamenti da evitare, eccetera) con proiezione di slide e video dedicati; potendo usufruire di spazi ampi, agli incontri potranno partecipare anche altre classi di alunni più grandi. Se si avesse poi a disposizione uno spazio idoneo (ad esempio un cortile o una palestra), potranno essere organizzate dimostrazioni pratiche del lavoro dei cani-guida per non vedenti, grazie alla presenza di alcuni di questi preziosi animali nel nostro territorio e alla collaborazione con un istruttore di orientamento/mobilità e addestratore cinofilo.
Scopo degli incontri è quello di trasmettere le conoscenze di base sulle principali problematiche visive e far conoscere l'esistenza dei cani da assistenza ai più piccoli, in modo da rispettarne il ruolo e facilitarne il compito, favorendo l'autonomia dei non vedenti e le loro possibilità di spostarsi e muoversi in sicurezza.
Al fine di supportare e completare il servizio di screening svolto, ormai da un ventennio, dalla Neuropsichiatria Infantile dell'USL sui bambini di 3 anni - andando ad operare in particolar modo su quei soggetti che non hanno frequentato le scuole dell'infanzia, su coloro che si sono trasferiti di recente nella nostra Provincia e sui bambini stranieri - lo screening verrà svolto da personale specializzato (medici oculisti, ortottisti e optometristi) sugli alunni che frequenteranno il 1° anno delle scuole primarie, con particolare attenzione anche agli alunni segnalati dagli Istituti stessi. I risultati delle visite saranno elaborati e resi noti alle USL ed agli Enti competenti. A tutte le famiglie che daranno la propria adesione all'iniziativa, sarà rilasciata un'apposita comunicazione esplicativa nonché una scheda con i risultati del controllo oculistico effettuato. Ai bambini che risulteranno positivi ai test sarà consigliata una visita completa, da svolgersi presso l'oculista di fiducia od eventualmente presso il nostro ambulatorio di Corso Garibaldi 26 a Reggio Emilia.
Le attività proposte, totalmente gratuite sia per gli istituti sia per le famiglie, comprendono anche la consegna di un poster appositamente prodotto ad ogni plesso scolastico, di materiale informativo ad ogni insegnante e di un depliant illustrato corredato di dvd a cartoni animati a ciascun alunno.
Il progetto, che ad oggi ha già ottenuto il patrocinio della Provincia di Reggio Emilia e dei Comuni di Boretto, Brescello, Cadelbosco di Sopra, Campagnola Emilia, Campegine, Canossa, Casalgrande, Castellarano, Castelnovo né Monti, Correggio, Fabbrico, Gattatico, Gualtieri, Guastalla, Luzzara, Novellara, Poviglio, Reggio Emilia, Rio Saliceto, Rolo, Rubiera, San Polo, Scandiano, Toano, Ventasso (Busana, Collagna, Ligonchio e Ramiseto) e Vetto oltre che a tutte le amministrazioni locali, è stato inviato ai 53 Istituti Comprensivi statali e parificati del nostro territorio nel mese di giugno e sta ricevendo ogni giorno nuove adesioni. Hanno già dato positivo riscontro gli Istituti di Busana-Ramiseto, Campagnola-Rio Saliceto, Casalgrande e S. Dorotea, Castelnovo né Monti, Correggio 2, Fabbrico-Rolo, Gattatico-Campegine, Gualtieri-Boretto, Guastalla e S. Orsola, Luzzara, Novellara, Poviglio-Brescello, Reggio Emilia Manzoni, Reggio Emilia Pertini 1 e Pertini 2, Reggiolo, Rubiera, San Polo-Canossa, Scandiano 1 e Toano.
Partner dell'iniziativa anche il Lions Club "Ferrante Gonzaga" di Guastalla. 

Con il patrocinio di:

Partner dell'iniziativa:      Lions Club "Ferrante Gonzaga" di Guastalla


FACEBOOK

©2015-2018 Unione Italiana dei Ciechi e degli Ipovedenti ETS - APS - Sezione Territoriale di Reggio Emilia - Corso Garibaldi n° 26 - 42121 Reggio Emilia - Telefono: 0522435656 - Fax: 0522453246 - Codice Fiscale: 8 0 0 0 2 8 7 0 3 5 2